GRECO BIANCO - IGP Salento 2018 - L'Archetipo

12,30 €

Bianco fresco e fragrante, dal retrogusto piacevolmente minerale, esprime note delicate di frutta esotica, fiori bianchi e nuance mielose. Ottimo col risotto agli asparagi.

 

L'ARCHETIPO - di Valentino Dibenedetto - Castellaneta (TA)

Greco Bianco - Salento IGP 

 

                        

 

Scheda prodotto

VITIGNO
100% Greco Bianco
COLORE
Giallo paglierino con riflessi dorati
ANNATA
2018
GRADO ALCOLICO
12% vol.
ZONA di PROVENIENZA
Arco ionico tarantino
TERRENI
Argilloso-limoso con notevole presenza di pie-trisco siliceo ed humus.
SISTEMA di ALLEVAMENTO
Controspalliera libera
NOTE di VINIFICAZIONE
Raccolta manuale nella seconda decade di settembre. Fermentazione con lieviti indigeni. Macerazione sulle bucce per 4-5 giorni. Non chiarificato e non filtrato
AFFINAMENTO
in acciaio per 5-6 mesi sul proprio fecciolino nobile e agitato ogni 15 giorni.
TEMPERATURA di SERVIZIO
6° - 8°
ABBINAMENTO SUGGERITO
Aperitivi, risotti di verdure.
Regione
Puglia
Consigliato per
Aperitivo
Cena tra amici
Serata romantica
Tipologia
Biodinamico
Biologico
Quantità

Valentino Dibenedetto è un autentico precursore del fare vino in modo sostenibile e naturale. Figlio di viticoltori, negli anni '80 comincia la conversione al biologico e agli inizi del 2000 passa al biodinamico. Sulle orme di Steiner e Fukuaka decide di compiere un ulteriore passo in avanti, andando incontro al metodo sinergico: "un'agricoltura sostenibile, in cui tutte le componenti dell'ecosistema possono innescarsi". Con la moglie e i suoi quattro figli opera in una cantina interamente ecosostenibile costruita nel tufo, utilizzando solo uve di proprietà. Valentino Dibenedetto si dice fermamente contrario all'aratura e ad altri interventi invasivi in vigna e in cantina. Tornare all'Archetipo vuol dire quindi, tornare al principio, alla forma originaria delle cose, prima che la mano umana ne distruggesse gli equilibri.

Il Greco Bianco esprime al meglio tutta l'essenza del suo vitigno. Raccolto e vinificato a partire dalla seconda decade di settembre: fermentazione spontanea con lieviti indigeni; macerazione sulle bucce per 4-5 giorni; affinamento in acciaio per 5-6 mesi. Prima dell'imbottigliamento non subisce chiarifiche né filtrazioni. Corpo leggero, snello e dal colore giallo paglierino invitante. Al naso emana piacevoli sentori di mela verde, ananas e fiori bianchi, accompagnati da una intrigante scia mielosa. Al palato è armonico, equilibrato e dal retrogusto piacevolmente minerale. Può adattarsi benissimo ad aperitivi e primi di mare, ma anche a risotti di verdure, come quello di asparagi in particolare. 

RAGGIANTE

L'ARCHETIPO
CASTELLANETA - TARANTO -  PUGLIA   "Tornare agli archetipi, per salvare il Pianeta"

Commenti Nessun cliente per il momento.