TURAN - Aleatico di Gradoli Passito 2011 - Lazio IGP - Pacchiarotti

25,41 €

Prende il nome dalla Dea protettrice della terra e della fecondità. Berne un sorso per godere della prosperità di Madre Natura. Da provare con la torta Sacher

 

PACCHIAROTTI ANTONELLA - Grotte di Castro (VT)

ROSSO PASSITO - Aleatico di Gradoli - Lazio IGP 

               

 

Scheda prodotto

VITIGNO
100% Aleatico
COLORE
Rosso rubino consistente con riflessi granati
ANNATA
2011
GRADO ALCOLICO
15%
ZONA di PROVENIENZA
Lago di Bolsena - Tuscia - Alto Lazio
TERRENI
Vulcanici, tufacei, ricchi di scheletro. Colline a 450 metri slm
SISTEMA di ALLEVAMENTO
Cordone speronato
NOTE di VINIFICAZIONE
Raccolta manuale a fine settembre. Appassimento sui graticci per una durata variabile e selezione quotidiana dei grappoli. Macerazione sulle bucce per 2 settimane
AFFINAMENTO
8 mesi in acciaio e poi in bottiglia
TEMPERATURA di SERVIZIO
12° - 14°
ABBINAMENTO SUGGERITO
Crostate, pasticceria secca, cioccolato. Formaggi stagionati, erborinati o piccanti
Regione
Lazio
Consigliato per
Pensare o forse no...
Tipologia
Biologico
Naturale
Vino di nicchia
Quantità

Sulle colline che si affacciano sul Lago di Bolsena, nella meravigliosa Tuscia laziale, Antonella PACCHIAROTTI radica le tradizioni della sua famiglia, attraverso l'Aleatico, un'uva che qui vuol dire storia, mito e leggende popolari, oltre che nutrimento. L'Aleatico è in questa zona da almeno 3000 anni. Coltivato sin dall'epoca degli Etruschi, ha sempre tratto beneficio dall'ottimo terroir presente attorno al Lago di Bolsena. Terreni vulcanici e tufacei; ottime esposizioni; clima temperato dall'effetto termoregolatore del lago. Quelli di Antonella Pacchiarotti sono vini volutamente declinati al femminile, in una zona a totale vocazione maschile. Rese basse, interventi non invasivi e rinuncia a prodotti chimici e di sintesi sono alla base del loro lavoro, al fine di portare in cantina un'uva sana e generosa. 

 

Il TURAN ricalca la prosperità della dea da cui prende il nome, protettrice della terra e della fertilità. Prodotto con una resa bassissima (30%) e un'accurata selezione dei grappoli in fase di vendemmia, sia dopo l'appassimento sui graticci a temperatura e umidità controllate. 

Consistente e profondo alla vista, è prepotente al naso con sentori di viole appassite e confettura di amarene e di visciole. L'evoluzione in acciaio e l'affinamento in bottiglia portano il corredo aromatico ad evoluzioni superlative. In bocca la nota dolce cela una importante componente acida che ne snellisce la beva e la rende piacevole. 

 

Si consiglia di provarlo con dolci a base di cioccolato, come la torta Sacher, oppure con formaggi molto stagionati o erborinati.

 

 

MADRE NATURA

 

 

 

PACCHIAROTTI
GROTTE di CASTRO  - VITERBO -  LAZIO   "Aleatico per passione, tutto al femminile"