STUPOR MUNDI - Aglianico del Vulture Superiore DOCG - Riserva 2013 - Carbone Vini

40,16 €

Nella città di Federico II, in sua memoria, il crù di un vino con duemila anni di storia. Abbinamento godereccio: cinghiale alla cacciatora.

 

CARBONE VINI - di Luca e Sara Carbone - Melfi (PZ)

ROSSO - Aglianico del Vulture Superiore Riserva DOCG 

      

Scheda prodotto

VITIGNO
Agllanico del Vulture - Impianti di 45 anni di età
COLORE
Rosso rubino intenso con riflessi granati
ANNATA
2013
GRADO ALCOLICO
14%
ZONA di PROVENIENZA
Piani dell’Incoronata - Melfi - Basilicata
TERRENI
Origine vulcanica, medio impasto. 550 metri slm.
SISTEMA di ALLEVAMENTO
Guyot e cordone speronato
NOTE di VINIFICAZIONE
Vendemmia manuale nella prima settimana di Novembre. Macerazione sulle bucce in acciaio per 18 giorni
AFFINAMENTO
Riposa in tonneaux per due anni in grotte scavate nel tufo. Seguono due anni in bottiglia prima della messa in commercio
TEMPERATURA di SERVIZIO
16° - 18° in bicchieri molto larghi
Regione
Basilicata
Consigliato per
Cena tra amici
Pensare o forse no...
Tipologia
Biologico
Quantità

 

Per qualcuno il nome deriva dalle sue nobili origini elleniche. Per qualcun'altro queste origini non esistono, e il nome AGLIANICO deriva dalla famiglia romana degli Alli, che lo produceva nella valle dell'Agri sin dal II secolo A. C. (uva allianica). Non sappiamo l'assoluta verità sulle sue origini, ma sappiamo con certezza che il "Barolo del Sud" ci accompagna in tavola da almeno 2000 anni.

 

I fratelli CARBONE producono lo STUPOR MUNDI Riserva da un vigneto con 45 anni di età, che affonda le radici alle pendici del Monte Vulture, vulcano spento da 400 mila anni, ma che ha lasciato un'eredità preziosa. I terreni ricchi di materiali piroclastici, potassio e minerali vari, collaborano con escursioni termiche vertiginosi e venti sempre freschi. La raccolta tardiva delle uve dona un mosto più carico e concentrato che, dopo la fermentazione, può amalgamarsi e affinarsi nei tonneaux situati nelle grotte scavate nel tufo, dove l'umidità e la temperatura sono sempre costanti. 

 

Ne vien fuori un Aglianico Riserva complesso, dai tannini addomesticati si, ma ancora molto presenti. Al naso confettura, spezie e tabacco giocano tra loro fino all'estasi. Al palato il gusto è secco, pieno, deciso. La persistenza gusto-olfattiva è molto lunga e lascia in bocca un'impronta indimenticabile. 

 

 

 

L'imperatore Federico II è tornato, è vivo, e si è fatto vino!

 

 

 

STUPOR MUNDI

CARBONE VINI
MELFI  - POTENZA - BASILICATA   "L'Aglianico e due ingredienti: uva sana e tempo "

Commenti Nessun cliente per il momento.